Ultime notizie dal Gruppo FARCO

Notizia del 09/06/2017

Campi Elettromagnetici (CEM): le sorgenti, le principali novità del Decreto e la valutazione del rischio

Qualunque dispositivo, macchinario, impianto alimentato ad energia elettrica emette campi elettrici, campi magnetici, campi elettromagnetici. Le sorgenti più comunemente conosciute senza ombra di dubbio sono gli elettrodotti per la distribuzione dell'energia elettrica e il sistema di comunicazione fatto con i telefoni cellulari.

Negli ambienti di lavoro sono molte le sorgenti di una certa consistenza che possiamo individuare, a partire dalle cabine di trasformazione media/bassa tensione, ai processi di saldatura manuale o automatica (a filo, oppure ad elettrodo o a radiofrequenza), ai forni ad induzione magnetica piuttosto che alla tempra ad induzione. Queste sono solo alcune delle sorgenti più significative in ambito industriale, ma non vanno tralasciate, ad esempio, altre sorgenti come l'apparato di risonanza magnetica in ambito sanitario.

Il 2 settembre 2016 è entrato in vigore il Decreto Legislativo 1 agosto 2016 n. 159 su "Attuazione della Direttiva 2013/35/UE sulle disposizioni minime di sicurezza e di salute relative all'esposizione dei lavoratori ai rischi derivanti dagli agenti fisici (campi elettromagnetici) e che abroga la Direttiva 2004/40/CE.

Il decreto modifica il Capo IV (Campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici con frequenze da 0Hz a 300GHz) del Titolo VIII “Agenti fisici” del D.Lgs. n.81/2008 (Testo Unico sulla sicurezza e salute dei lavoratori) dall’art.206 all’art.212 e il relativo allegato XXXVI.

Le principali novità del nuovo decreto attuativo e della direttiva recepita riguardano in particolare la protezione dalle esposizioni in campi da bassa frequenza (50Hz frequenza di rete industriale), l’obbligo di informazione e formazione dei lavoratori potenzialmente esposti al rischio e la sorveglianza sanitaria. Il decreto contiene anche molte novità tecniche, riguardo ad esempio alle modalità di valutazione dei rischi, ai valori di azione (inferiori e superiori), ai limiti di esposizione professionale e agli obblighi dei datori di lavoro nonché sugli effetti non solo sanitari ma anche sensoriali dei campi elettromagnetici.

Particolare attenzione viene posta per gli effetti sulla salute e la sicurezza dei lavoratori esposti a rischio, con particolare riferimento a soggetti portatori di dispositivi medici impiantati, attivi o passivi, o dispositivi medici portati sul corpo e alle lavoratrici in stato di gravidanza. Le nuove disposizioni richiedono pertanto competenze tecniche nuove da parte di consulenti e di RSPP che devono dimostrare qualificazioni e specifiche conoscenze in materia, come previsto esplicitamente dall’art.181 del D.Lgs. 81/08.

La valutazione del rischio può essere condotta sia mediante indagine ambientale strumentale, ma anche attraverso il censimento e l’analisi delle apparecchiature o impianti presenti sul luogo di lavoro, nonché la verifica della presenza di lavoratori sensibili (portatori di dispositivi medici impiantati attivi e passivi, lavoratrici in stato di gravidanza).

L’obiettivo di tale valutazione è definire qual è la classe di rischio per ciascun lavoratore in funzione della mansione che svolge. Generalmente vengono identificate alcune classi di rischio distribuite tra quella molto bassa e quella molto alta. In funzione poi della classe di rischio individuata si procede con le eventuali misure di prevenzione e protezione, nonché alla formazione e informazione è alla sorveglianza sanitaria.

Un utile strumento per effettuare una prima valutazione generale del livello di rischio è senza dubbio la “Guida non vincolante di buone prassi per l’attuazione della Direttiva 2013/35/UE relativa ai campi elettromagnetici - Volume 1: guida pratica” pubblicata dalla Commissione Europea nell’ambito del “Programma europeo per l’occupazione e l’innovazione sociale (EaSI) 2014-2020”.


Notizia del 18/07/2017

RSPP: corso di formazione, aggiornamenti e validità


Notizia del 12/07/2017

Inquinamento INDOOR: analisi e possibili soluzioni


Notizia del 07/07/2017

Rischio sismico: come prevenire i possibili danni


Notizia del 04/07/2017

Campi Elettromagnetici (CEM): quali gli effetti su salute e sicurezza da prevenire e chi sono i soggetti particolarmente sensibili


Notizia del 30/06/2017

Il Datore di Lavoro che svolge direttamente i compiti del Servizio di Prevenzione e Protezione


Notizia del 28/06/2017

Defibrillatori in campo: scatta l'obbligo per tutti


Notizia del 26/06/2017

Legionella: cosa è, cosa può provocare, dove si può trovare e come si controlla il rischio


Notizia del 23/06/2017

Sisma e valutazione dei rischi


Notizia del 20/06/2017

Ambienti confinati: definizione, obblighi, formazione e precauzioni


Notizia del 16/06/2017

RSPP: scopriamo nel dettaglio questa figura


Notizia del 13/06/2017

Inquinamento INDOOR: quali sono gli inquinanti e che soluzioni si possono adottare


Notizia del 09/06/2017

Campi Elettromagnetici (CEM): le sorgenti, le principali novità del Decreto e la valutazione del rischio


Notizia del 09/05/2017

Roberto Zini è il nuovo Vicepresidente di AIB con delega al Lavoro, alle Relazioni Industriali e al Welfare


Notizia del 06/04/2017

"Filo di lana: storie di impresa, di lavoro, di vita" di Roberto Zini


Notizia del 13/03/2017

Le novità del Decreto Milleproroghe


Notizia del 23/02/2017

"In Sicurezza" - Teatro Forum il 3 marzo 2017 presso il Teatro Santa Giulia


Notizia del 16/01/2017

Pubblicato il bando ISI - INAIL 2016


Notizia del 19/12/2016

Pubblicato il catalogo corsi del Centro di formazione Sintex per il 2017


Notizia del 11/11/2016

Master universitario in tema di sostenibilità


Notizia del 04/11/2016

Successo per la sesta edizione di Azienda Sicura Day


1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11